Le case in legno non hanno bisogno di frequenti manutenzioni. Negli anni, gli interventi dovrebbero essere i medesimi per entrambe le tipologie costruttive.
Gli unici elementi lignei presenti all’esterno potrebbero essere infissi e scuretti (per questo può essere opportuno prevedere una protezione esterna in alluminio o optare per il pvc), le sporgenze di gronda (come gran parte degli edifici tradizionali) ed i porticati, se presenti.
Il concetto base per limitare le manutenzioni resta comunque la realizzazione a regola d’arte da parte del costruttore, a partire dai trattamenti a cui è sottoposto il legname dopo il taglio.
Le case prefabbricate vanno infatti protette dall’azione deteriorante degli agenti atmosferici e dall’umidità, principale causa dei problemi seri in cui possono incorrere questi edifici (funghi, muffe e insetti) ed, in particolare, l’infiltrazione dell’acqua dalle coperture e l’umidità di risalita.